Un regalo più grande non potevi farmi, uno zampillo d’acqua fresca dopo giorni e giorni in un deserto che sai bene quanto arido. Sarò all’altezza di questo dono, lo prometto a me stessa.
Etty Hillesum

Se sarete quello che dovete essere, metterete fuoco in tutto il mondo!
Caterina da Siena

sabato 6 gennaio 2018

LUCE PER ILLUMINARE LE GENTI

EPIFANIA - 6 GENNAIO

Letture: Isaia 60,1-6; Salmo 71; Efesini 2,2-3a, 5-6; Matteo 2,1-12 

Dopo che si sono incontrati pubblicamente con i sommi sacerdoti e gli scribi, anche Erode è ansioso di incontrare i saggi ma 'in segreto'. È il modo con cui si tende a fare la politica, attraverso accordi segreti e incontri al di fuori delle assemblee. Ma la festa di oggi è circa l'opposto della segretezza. Il mistero nascosto in Dio dall'eternità è fatto conoscere al mondo nella nascita di Gesù. È un mistero di luce, una rivelazione e un’illuminazione. Come tutti i politici, Erode è ansioso di controllare gli eventi e sta già elaborando la sua strategia. Ma un'altra mano sta guidando questi eventi, un'altra mente si sta rivelando nel modo in cui si svolgono e un potere diverso è al lavoro qui per uno scopo al di là di qualsiasi cosa Erode possa immaginare. Il piano di Dio - perché è la mano e la mente e la potenza di Dio che si stanno rivelando - non sarà vanificato da Erode.

C’era sempre stato un filone universalista nel pensiero ebraico. Lo troviamo nei profeti, che riportano frequentemente alla memoria il fatto che la scelta di Israele, e il suo ristabilimento dopo l'esilio, non sono solo per Israele, ma sono, attraverso di lei, per tutte le nazioni. Quindi la prima lettura fornisce già gran parte delle immagini e del significato della festa di oggi: viene la tua luce, la gloria del Signore brilla sopra di te. Nel buio della notte di questo mondo le nazioni vedono e sono guidate dalla luce che è sorta su Israele. Questo universalismo è lì fin dall'inizio, nella chiamata originale di Abramo. A lui viene promessa una terra e un popolo in modo che tutte le nazioni della terra possano essere benedette per mezzo di lui.

Con la nascita di Gesù, il mistero dell'amore di Dio per l'umanità si rivela definitivamente e in modo univoco. In questo mistero, le genti, rappresentate dai tre pagani che offrono i loro doni alla Sacra Famiglia, sono coeredi con il popolo eletto, membri dello stesso corpo e partecipi della stessa promessa. Dopo la loro migliore comprensione di come la verità vada cercata, trovano la strada verso Betlemme. Tutti coloro che cercano la verità con cuore sincero troveranno, prima o poi, la strada verso Betlemme. Il rumoroso mondo umano si raccoglie ai piedi di questo bambino, non solo il mondo ebraico di Maria, di Giuseppe, dei pastori, ma il mondo Gentile di Madian, Efa e Sheba. La rivelazione e la promessa sono per tutti.

Nessun commento:

Posta un commento